Così… solo per capire.

Non per scendere allo stesso livello dei destroidi italiani, che ghettizzano per razza la criminalità, ma mi sorge un dubbio che è una certezza. Ma come mai, i fatti di cronaca più crudi di questi ultimi giorni non sono sulle prime pagine dei giornali ed in prima notizia sui tg? Non ho visto tutti i telegiornali, ma sono pronto a metterci la mano sul fuoco che la notizia dello stupro di Senigallia non abbia fatto molto scalpore sui leghisti, fascisti e destroidi. Ho l’impressione che la morte di un rumeno investito da un italiano ubriaco e sotto l’effetto di droga, non abbia scatenato la rabbia degli italiani perbenisti e del Tg5, che forse andrà ad indagare da dove proveniva questo povero rumeno morto, come hanno fatto con i due rumeni stupratori della quindicenne romana. Boh, vedremo. Anche l’atto più orrendo accaduto ieri, non sembra abbia suscitato tanta indignazione, tanto che studio aperto sempre vigile sui fatti di cronaca lo ha trattato come quinta o sesta notizia, cioè poco prima delle solite markettate di studio aperto. Un dodicenne violentato da un pedofilo a Napoli, è un italiano. Ultimissima cosa, sempre per capire, Mentana ieri ha detto che una delle cause della rottura con Mediaset sia l’indesiderato Trebbiatore di Bisaccia: Mentana ribadisce che per lui il suo Matrix era «uno spazio aperto» mentre a Mediaset «forse alcuni ospiti piacevano meno di altri» e «Di Pietro può essere stata la penultima goccia che ha fatto traboccare il vaso» prima dello scontro per la diretta sulla morte di Eluana. Uhm, ma allora così libera non mi sembra la tv italiana.

1) La vittima è una ragazzina di 17 anni che ha denunciato di essere stata abusata sessualmente fuori da una discoteca di Marotta (Pesaro Urbino). Ha accusato un coetaneo suo amico, italiano, che avrebbe compiuto la violenza davanti ad altri amici del gruppo, anche loro italiani.

* Le indagine chiariranno se è stato vero o no, visto che erano tutti molto sbronzi, però non mi sembra che i tg su queste cose si preoccupino molto di questo di solito.

2) Un operaio romeno di 31 anni è stato travolto e ucciso domenica sera intorno alle 23 mentre camminava lungo il margine della provinciale che conduce a Capena, in provincia di Roma. L’investitore è un italiano di 24 anni residente a Castelnuovo di Porto. Il conducente dopo l’urto ha continuato la marcia fino alla propria abitazione. Dopo di che si è recato dai carabinieri per raccontare l’episodio. Con loro è ritornato sul punto dell’incidente e a margine della carreggiata è stato trovato il cadavere del cittadino romeno. Il conducente del veicolo è stato sottoposto al test dell’etilometro, al quale è risultato positivo con tassi di alcol nel sangue superiori a 1,5 grammi per litro e successivamente è risultato positivo anche ai test per cocaina e cannabis.

3) Violenza sessuale nella zona dell’Arenaccia, non lontano dalla stazione centrale di Napoli. È accaduto ieri sera, lunedì, dopo le 20 e 30, ma la notizia si è appresa solo ora. È subito scattata la caccia al responsabile della violenza sessuale consumata ai danni di un ragazzino di 12 anni. Sarebbe stato attirato con un pretesto in un vicoletto nei pressi di piazza Poderico, non lontano dalla stazione centrale, dove è stata consumata la violenza. L’autore della violenza, ricercato in queste ore dalla polizia, è un italiano, dall’età apparente compresa tra i 40 e i 50 anni, con capelli e barba brizzolati. Il ragazzino ha raccontato al papà che lo ha accompagnato in ospedale per le cure di essere stato avvicinato dall’uomo che prima gli ha chiesto dei soldi e poi lo ha bloccato e trascinato in un vicoletto adiacente dove è stata consumata la violenza.

Così… solo per capire.ultima modifica: 2009-02-24T23:53:00+01:00da dalai87
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Così… solo per capire.

  1. non cela facciamo più!!!!!!! basta basta basta…il 20 % degli stupri in italia è da parte di stranieri prima di pensare a loro..pensa a cosa succederebbe se questi stranieri non ci fossero…20 donne su 100 non sarebbero stuprate..e poi la criminalità,la delinquenza…basta basta e ancora basta…ti dico una cosa…mio cognato che di creto non è antifascista 3 sere fa rientrando in casa si è trovato un RUMENO che scassinava la porta di casa……………….e quando tu senti ogni giorno violenze contro donne italiane e non da prte di queste BESTIE e pensi che magari quello che stava tentantando di entrare in casa tua magari avrebbe violentato tua moglie o picchiato tuo figlio…beh…..non ci vai piano….fidati…vengano pure a lavorare,ma se tutto fanno tranne che quello e la polizia non riesce a stabilire l’ordine…beh..allora ci pensiamo noi…………………….
    NON PASSA LO STRANIERO
    ciao dalai

  2. Ciao Dalay, sono convinto che tu abbia più certezze che dubbi!!! E, questo, è un bene perché, poi, puoi capire dai commenti quanto danno fastidio le certezze e di come, molti italiani, vivano di falsi miti, paradisi artificiali o, ancor peggio, come siano oramai irrecuperabilmente lobotomizzati e senza più capacità d’intendere e di volere!!!! Tu dirai: purtroppo questi votano, però!!! E’ vero… e questo è un problema che bisognerebbe risolvere!!! Devo aggiungere altro?

    Ti auguro un buon fine settimana.

  3. Giustificare come meno grave, con qualsiasi motivo, oppure come di minore importanza, oppure come fosse un male minore la delinquenza commessa dai nostri connazionali alla luce di quella commessa da stranieri, mi fa talmente tanto vomitare che non trovo parole. Nessuno si indigna per un uomo a Napoli che ha abusato di un ragazzino, e che liberamente circolava nonostante fosse stato già destinatario di indagini e provvedimenti per aver, tempo addietro, abusato di un’altra bambina. Ma del resto, caro Dalai, vuoi mettere una donna violentata dallo straniero, con una donna violentata da un italiano ? “Le femmine sono nostre, e ce le stupriamo noi”.
    E quando a ragionare così sono proprio le donne Dio mio, che tristezza.
    Un saluto di buon fine settimana caro.

  4. Ciao Dalai,
    le tue osservazioni mi sembrano giuste.
    Purtroppo troppa gente ha voglia di sfogare i propri istinti animaleschi e cerca sempre qualcosa o qualcuno con cui prendersela. Tanto tra gli italiani come tra gli stranieri ci sono sia brave persone che persone poco raccomandabili. Basta parlare con tutti per rendersene conto. Anzi, credo che i peggiori criminali, i più pericolosi, anche quelli cosiddetti con giacca e cravatta, siano per lo più nostrani che stranieri, tra i quali si trova invece tanta gente ricca di umanità che qui non c’è.
    Un saluto

Lascia un commento