Ci fu un uomo che parlò così:

L’antisemitismo significa diffondere inimicizia verso gli ebrei. La monarchia zarista, maledetto è stato l’ultimo giorno di vita, ha cercato di incitare lavoratori e contadini ignoranti, e la polizia zarista, alleata con i proprietari terrieri e i capitalisti, ha organizzato veri e propri attacchi (pogrom) contro gli Ebrei. I proprietari terrieri e i capitalisti hanno cercato di deviare tutto l’odio dei lavoratori e dei contadini che erano stati torturati nei confronti degli Ebrei. In altri paesi, troppo spesso, i capitalisti fomentano l’odio verso gli Ebrei, per deviare l’attenzione dal vero nemico dei lavoratori: I Capitalisti. L’odio verso gli Ebrei persiste solo in questi paesi in cui la schiavitù per i proprietari terrieri e i capitalisti hanno creato l’ignoranza abissale tra i lavoratori e i contadini. Solo i più ignoranti e i più arretrati uomini possono credere alle bugie e alle calunnie alimentate sugli Ebrei. Si trattano di superstizioni di antichi tempi feudali, quando i sacerdoti bruciavano gli eretici sul rogo, quando i contadini vivevano in schiavitù, e quando le persone erano oppresse e non potevano farsi sentire. Questa antica, feudale ignoranza sta scomparendo, gli occhi delle persone si stanno aprendo. Non sono gli Ebrei i veri nemici dei lavoratori. I nemici dei lavoratori sono i capitalisti di tutti i paesi. Tra gli Ebrei ci sono persone che lavorano, e sono la maggioranza. Essi sono i nostri fratelli e compagni nella lotta per il socialismo, che come noi sono oppressi dai capitalisti. Tra gli Ebrei ci sono i Kulaki sfruttatori e capitalisti, così come ci sono tra i Russi, e tra le persone di tutte le nazioni. I capitalisti si sforzano nel seminare odio e fomentare violenza tra i lavoratori di diversi fedi, diversi nazioni e diverze razze. Coloro che non lavorano sono tenuti al potere con la forza e la potenza del capitale. Gli Ebrei ricchi, come quelli Russi: i ricchi di tutti i paesi, sono in combutta per opprimere, schiacciare, rubare e disunire i lavoratori. Che si vergogni lo zarismo maledetto il quale ha torturato e perseguitato gli ebrei. Vergogna a chi fomenta l’odio verso gli Ebrei, che fomenta l’odio verso le altre nazioni. Viva la fiducia fraterna e l’alleanza dei lavoratori di tutti i popoli nella lotta per abbattere il capitalismo.

Quest’uomo è Lenin, semplicemente uno più avanti di tutti. Lui capì che i potenti ci dividono tirando fuori sempre nuovi capri espiatori in tal modo possono arrichirsi senza problemi e possono permettersi di fare il bello e il cattivo tempo scatenando, guerre e crisi economiche. Pultroppo, oggi l’italia al posto di quel zarismo, ha il Berlusconismo, al posto dell’Ebreo ha l’immigrato. Oggi, ha la cultura mostruosa del capitalismo e dell’egoismo e allo stesso tempo rimane ipocritamente “cattolica”. Il genio di Benigni, aiuta a capire meglio la cultura cristiana italiana che venera Divinità, ma non il suo messaggio. Il marxismo invece non ha fantomatici Dii e Santi a cui affidarsi, ma applica il messaggio.

 

Ci fu un uomo che parlò così:ultima modifica: 2009-05-11T16:22:00+02:00da dalai87
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento