Disadattato

In questi giorni su face book è comparsa una iniziativa in occasione della giornata dell’infanzia che consisteva nel cambiare le proprie immagini del profilo con immagini di cartoon. Questo è solo una piccolissima, ma significativa, testimonianza dell’ipocrisia e della falsità della società italiana. Nello stesso giorno Save the Children ha pubblicato un inchiesta, in cui afferma che in Italia sui 10 milioni di popolazione sotto i 18 anni, quasi due milioni vivono in povertà e di questi circa più di 600 mila in povertà assoluta, il che vuol dire che le loro famiglie non sono in grado di soddisfare i bisogni minimi dei loro figli. Questa notizia non se la è filata nessuno, nessun tg e giornale e su quello non credo ci si possa meravigliare, ma neanche uno dei tanti santoni che ogni tanto spuntano in Italia e di conseguenza nessun suo seguace. Era proprio figo mettere le immagini dei cartoon, invece che pensare nella giornata dell’infanzia, tutti quei bambini e ragazzi che non hanno o che vengono sfruttati dalle marche che magari spento il pc, tutti quei fighi indossano. La società ormai è assoggettata a questo, l’apparenza è tutto, la moda ed il conformismo sono la malattia dell’attuale società. L’accettare il sbagliato fino a farlo diventare giusto e un contorcimento della realtà che se osservato in un momento di pausa fa davvero paura. E’ un mondo totalmente capovolto, retto sull’ipocrisia delle azioni e sulla falsità delle parole. Quando si accettano le ingiustizie in modo rassegnato prima e dopo auto-convincendosi che siano dovute, logiche, naturali, vuol dire che l’uomo ormai ha perso la sua dimensione, completamente alienato dal sistema e dalla vita stessa. Se un ragazzo non trova lavoro è colpa sua, se rifiuta un lavoro per le condizioni inumane la colpa è sua, ti dicono devi far la gavetta cosa vuoi, guarda ed ammira il padrone anzi ringrazialo se ti da un lavoro, questa concezione della concessione di tutto e non del “questo è un mio diritto” non viene solo dall’alto, ma soprattutto da una mentalità dal basso, mentalità castrata della dignità e adattata dalla convenienza. Io dico, ma perché non vanno loro che vestono in giacca e cravatta e viaggiano sul Ferrari o sul Suv a lavorare alle condizioni che loro dicono essere dovute e giuste? No invece un concetto giusto e naturale come questo, oggi diventa antagonista, sbagliato, fuori logica, anacronistico. Quest’ultima parola è fenomenale, la contrappongono alla modernità. Ora io mi chiedo, ma è modernità dover aspettare anni per un esame medico? E’ modernità dover aspettare la mano del potente per averlo? E’ modernità dover pagare soldi su soldi per avere un diritto come quello alla salute? E’ modernità passare per parassiti se non si lavora ai ritmi stabiliti dall’alto da chi non ha mai lavorato, e ti fanno passare per delinquente anche se perdi tempo a lavarti le mani, mentre chi comanda e possiede un azienda o una fabbrica è un lavoratore ed una persona bella ed importante e passa la sua giornata senza mai sporcarsi il vestito che mette il mattino e la sera è pronto per passare le belle serate, mentre l’operaio magari arriva a casa (se c’arriva!) stanco con la sola voglia di andar a riposare? E’ modernità l’attuale sistema scolastico e universitario, dove chi ha soldi può andare avanti e chi non c’è l’ha deve rimanere ancorato alle sue catene? Fanno passare come normale e giuste le scuole private, dove si iscrivono i ricchi e benestanti perché è meritocrazia sociale, mica si possono mischiare agli altri no?  Non vi pare che questa sia più che altro società classista stile ‘800? E soprattutto la parola più abusata, meritocrazia, che valore ha oggi in questa modernità, in questa società con tanti idoli e senza valori, dove il figlio dell’operaio se vuole proseguire gli studi deve far lavori su lavori per pagarsi gli studi e non si sa mai se potrà finirli, dipendendo sempre dal fatto che la sua famiglia abbia in modo continuo la possibilità di poterlo aiutare, mentre il figlio dell’imprenditore o del banchiere ha la strada spianata. La differenza tra il figlio dell’operaio e quello del ricco o benestante, è determinata in questo modo dalla sola sua capacità nello studio o è determinata da fattori classisti esterni alle pari capacità dei due? Ecco, spiegatemi a me, che non capisco tutto questo, la meritocrazia di questa società moderna, capitalista, liberista, borghese e di destra, quando il peggio scarpone del Bari è più conosciuto ed esaltato di un intellettuale, di uno scienziato ecc…!

E così che continuo a sentirmi disadattato a questa società, è un rifiuto naturale di una cosa che a me pare innaturale, e che lascia dentro sempre un malessere che è di difficile comprensione all’esterno. E’ come il personaggio del film “La meglio gioventù” Matteo, chi l’ha visto può capire. Ti viene una durezza, ed una corazza in modo naturale derivato dal rifiuto di un mondo all’incontrario, che ti estranea e ti fa sentire poi disadattato!

Un tizio importante ha detto, che a volte si usano i diari perché inconsciamente si vuole che qualcuno prima o poi lo leggesse, anche per questo non si dice mai tutto, mai i particolari di un fatto quando si scrive, non lo so se è vero o no, ma a volte in questo caso il blog diventa un soggetto dove vomitare ciò che si sente perché nella realtà non c’è nessuno che ti sappia e possa ascoltare e soprattutto capire!

Disadattatoultima modifica: 2010-11-22T16:23:00+01:00da dalai87
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Disadattato

  1. CARO AMICO-COMPAGNO SASA’ …………… HAI RAGIONI DA VENDERE ……….. NON TI SBAGLI .
    .
    LA TUA ANALISI E’ PRECISA E PUNTUALMENTE …………….. IDONEA AL CASO …….
    .
    …… MA IO VADO …………
    .
    SAI PERCHE’ VADO …. ?
    .
    PERCHE’ DOMANI DEI LAVORATORI MANIFESTANO ……..
    .
    DOMANI PREVEDI CONTESTAZIONI ?
    .
    HE..HE..HE……… BEATA GIOVENTU’ …………………..

    Scritto da : IL CORVO | 26/11/2010

  2. UOMO FORTUNATO , ESSERE DISADATTATI A QUESTO MONDO ( SOCIETA’ ) , E’ UNA VIRTU’ ……………… CHE NON TUTTI HANNO .
    .
    LA COSA TREMENDA E’ ADATTARSI A TUTTO QUELLO CHE ACCADE ………….. , ACCETTARE SUPINAMENTE , CON IL SOLO OBIETTIVO , DI TROVARE UNA STRADA PER INSERIRSI ………….. NEL GIOCO .
    .
    LA COSA PIU’ NATURALE PER UN ESSERE UMANO E NON SOLO , E’ QUELLA DI COMUNICARE CON OGNI MEZZO , A SUA DISPOSIZIONE ………… SCRIVERE IN UN BLOG , SIGNIFICA RACCONTARSI ……….
    .
    SE UNO CERCA DI RACCONTARE , SIGNIFICA CHE HA QUALCOSA DA DIRE ………….. E SPERA SEMPRE CHE QUALCUNO … ASCOLTA .
    .
    @ TRANCE EVOLUTION .
    .
    STRANO NOME , PER UN BLOG ANCORA TANTO GIOVANE …………. ANCHE SE , HAI INSERITO UN BUON PEZZO MUSICALE ………..
    .

    SE TI CAPITA ED HAI UN ATTIMO DI TEMPO , SPIEGAMI IL SIGNIFICATO DI ………. ANNI FASCINOSAMENTE ATROCI ………….. , SCUSA LA MIA POCA PERSPICACIA …………… AMMETTO DI AVERE DEI LIMITI .
    .
    Andare in piazza e andare a votare, hanno lo stesso scopo, non SERVONO A NULLA…
    .
    PUO’ ESSERE ………… MA SPIEGAMI COSA SERVE , ………….. FAMMI CAPIRE COSA PROPONI IN ALTERNATIVA .
    .
    PERDONAMI LE MIE CURIOSITA’ .

Lascia un commento