Una riflessione sugli “indignados” e la necessità della soggettività di classe

Uno dei grandi problemi che attanaglia il movimento comunista in Italia è l’incapacità della lettura da parte di alcuni, dei fenomeni ed eventi che gli scorrono davanti con la necessaria soggettività di classe e l’uso delle categorie e dialettica marxista, per cui prevale in molti il lato idealistico, emotivo, fascinoso se non anche romantico, che può appartenere ai tifosi di … Continua a leggere

Lavorare per 3.50 l’ora l’avete chiamata modernità, il licenziamento giusta causa, l’imperialismo guerra umanitaria… e bruciare una cammionetta dei cc violenza.

E’ passato oramai qualche giorno dalla giornata di sabato, ed abbiamo tutti assistito alle solite chiacchiere come dopo il 14 Dicembre. Addirittura in questo caso è sorta la moderna caccia alle streghe via internet, che si aggiunge all’infamante azione di consegna alla polizia dei compagni dell’autonomia ad opera dei “pacifici”. Le chiacchiere strumentali da parte dei partiti borghesi ed opportunisti, … Continua a leggere