Su la testa!

prima pagina Nuova Unità

Chiusura delle fabbriche, un continuo stillicidio. C’è un modo per far valere i propri interessi di classe De Tomaso: sono arrivate le lettere di licenziamento per gli oltre 1100 operai. Dopo avere preso i finanziamenti dello Stato per il rilancio – si parla di 3 miliardi -, dopo aver giustificato 7,7 milioni di euro per i corsi di formazione di … Continua a leggere

Con i tranvieri di Genova per l’unità dei lavoratori

1454578_550217271726856_1574709306_n

Sembrava il solito copione a cui i partiti della solita sinistra, venduta e affarista, ci hanno abituati da tempo: viene eletto un Sindaco di SEL che basa la sua campagna elettorale su slogan e promesse come “Più Trasporti Pubblici per tutti”, “Genova Bene Comune”, “No alle privatizzazioni, Si al Pubblico. Genova Sociale”, e, una volta messo il culo sulla poltrona… … Continua a leggere

La piccola borghesia

La piccola borghesia è una classe sociale formata da coloro che lavorano con i propri mezzi di produzione senza sfruttare forza lavoro altrui. La piccola borghesia è una classe intermedia tra il proletariato e la borghesia. Cerca di scalare verso la borghesia accumulando e incorporando manodopera  ma soffre la competizione diseguale dei capitali più forti che la relegano a una … Continua a leggere

Il Fronte della Gioventù Comunista allo sciopero generale del 18 Ottobre

Foto del massiccio spezzone del Fronte della Gioventù Comunista dietro la parola d’ordine “LOTTA DI CLASSE” al corteo nazionale di Roma per lo sciopero generale del 18 Ottobre convocato da USB-COBAS – Foto tratte da pagina FB https://www.facebook.com/FronteDellaGioventuComunista e dalla rete

La risposta deve essere adeguata all’attacco dell’oligarchia

Come giustamente ricordano i compagni spagnoli del PCPE, “Ogni momento storico, nello sviluppo della lotta di classe, ha il suo programma e la sua strategia di forza per conquistare le posizioni corrispondenti allo sviluppo concreto delle contraddizioni capitale-lavoro.” Oggi, l’aggravarsi della crisi strutturale e della recessione intensifica l’attacco delle classi dominanti contro i diritti e le condizioni di lavoro e … Continua a leggere

Spagna: in migliaia accolgono la marcia operaia in Cadice

Continuano le proteste di massa dei lavoratori spagnoli, contro le barbare misure imposte dall’UE e dall’oligarchia. Dopo la lunga azione dei minatori, le proteste di piazza e lo sciopero generale, altre azioni come la “spesa proletaria” si susseguono nel paese iberico. Lunedi 27 Agosto ha avuto inizio la marcia operaia indetta dal Sindacato Andaluso dei Lavoratori (SAT) nella provincia di … Continua a leggere

Per una riflessione critica su Stalin

Trattare oggi della figura di Stalin, in una fase molto problematica per la ripresa della lotta per il socialismo e il comunismo, stante ancora il panico e il disorientamento del proletariato a seguito della fine ingloriosa di importanti paesi socialisti,  di fronte alla tracotanza della borghesia, che nonostante lo sfacelo di cui è artefice si sente ebbra della vittoria della … Continua a leggere

E’ il Capitalismo da Licenziare!!!

La crisi strutturale del capitalismo si approfondisce ed impone ai lavoratori un alto livello di peggioramento delle condizioni di lavoro e di vita. Dalla Grecia, al Portogallo, alla Spagna, ai paesi dell’ex blocco socialista, come in Italia, è in atto un attacco generale contro le conquiste sociali strappati con dure lotte sociali e politiche negli anni precedenti, quando i rapporti … Continua a leggere

KKE: la soluzione è potere popolare, disimpegno dall’Ue, cancellazione unilaterale del debito!

Cari compagni,   vi estendiamo nuovamente un caloroso benvenuto ad Atene. Come sapete, su iniziativa del nostro Partito, il primo Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai ha avuto luogo qui nel 1998 per il coordinamento, l’azione congiunta e la ricomposizione del Movimento comunista internazionale, che vive una crisi ideologico-politica e organizzativa.   Nel 2005 abbiamo stabilito collettivamente che da … Continua a leggere

Crisi del capitalismo, monopoli e Unione Imperiale Europea.

Il capitalismo è giunto al punto di rottura, in ogni dove spuntano mobilitazioni spontanee, si mette sotto accusa la “casta” politica, oggi solo sottomessa, per farla definitivamente fuori e per incanalare contro di essa la rabbia sociale, con l’obiettivo di cancellarla completamente come la sovranità popolare e nazionale, si cancellano governi si formano parlamenti senza sovranità; come nel passato si … Continua a leggere